Animaspecchio nasce nel 2013 inizialmente come Scuola di Danza, puntando a promuovere un clima accogliente ed informale, mantenendo standard artistici elevati.

Ad oggi si pone l’obiettivo di affacciarsi sul territorio come un centro di aggregazione costruttiva,offrendo un luogo nel quale stare insieme,all’insegna della socializzazione e della creatività, proponendo attività sportive,culturali, formative, per persone di tutte le età. Per noi la partecipazione, la condivisione e le diversità sono forze motrici, convinti che il rispetto verso sé stessi, gli altri e l’ambiente possano generare ricchezza per tutti.

Consiglio Direttivo

Il consiglio Direttivo è composto da:

Giada Callegaro (Presidente)

Dario Lopiano (Vicepresidente)

Statuto

 

 

Etica

Crescere è creare” è il processo creativo che conta, e il compimento di questo processo conosce lotte, cadute e battute di arresto.
La smania di successo invece cancella la condizione storica dell’uomo, la sua fragilità, la sua temporalità e lo vuole subito perfetto, pronto, già fatto solo il tempo mostra la grandezza di un amore, di un opera, di un uomo.
Crescere non è avere successo, ma è discendere, andare in profondità, dove il rapimento puo mettere radici. Creare senza lasciarsi paralizzare dalla paura di fallireè il modo per far si che il rapimento diventi realtà feconda.”  [ l’arte di essere fragili A. D’avenia 2016]

 

 

 

Logo Associazione

L’uomo, fin dagli inizi della sua storia, ha affrontato temi legati all’anima. Questa riflessione accomuna tutti gli uomini e si è espressa nei modi più vari: assimilata al respiro, come soffio vitale; sede dell’identità, capace di realizzare le potenzialità del corpo; principio che dà vita alla totalità e perciò parte dell’ “Anima del mondo”. Anima è ciò che ci rappresenta, qualunque sia il  suo significato, noi gli diamo quello di nostro rifugio. 
Lo specchio è una porta, una strada, un percorso verso rappresentazioni nuove.
Un confine, un limite da varcare che può segnare un modo per espandere i propri orizzonti; ma è anche la soglia che permette di coniugare le realtà che esistono al di qua e al di là del vetro. “Animaspecchio” è la possibilità di guardare sé stessi, riflettere e riflettersi nelle azioni e nelle persone che ci circondano, un luogo nel quale incontrarsi, confrontarsi e conoscersi.

Pin It on Pinterest